Risveglio Emozionale
amicizia e meditazione

┬ęCopyright 2018/2024 Chiara Rech tutti i diritti sono riservati

Risveglio Emozionale di Chiara Rech P.IVA 05017570267 

Amicizia e meditazione

Lamicizia è una forma stupenda di relazione perché ti offre una grande opportunità : crescere e conoscere molti aspetti che ti riguardano e che contribuiscono e contribuiranno a renderti sempre un essere umano migliore. 

 

Tali aspetti possono essere belli o meno belli. A volte non sono così evidenti, non sei consapevole di averli, perché molto spesso si nascondono all’interno della tua parte emozionale più profonda. Solo sperimentando certe situazioni e dialoghi, potranno emergere. 

 

All’interno di una relazione di amicizia, attraverso il dialogo e le situazioni che accadono e che si vivono insieme, avviene un magico scambio che ti arricchisce l’anima. 

 

La meditazione è una pratica che può essere utilizzata all’interno della relazione di amicizia in diversi ambiti: per condividere, per aiutare e per comprendere. 

 

L’amicizia è condivisione 

 

Una delle qualità che si manifestano naturalmente nell’amicizia è l’intesa: un accadimento dotato di magia.

 

L’intesa comprende una seconda qualità naturale che accade nell’amicizia: il sostegno. 

 

Il sostegno a sua volta si basa su un aspetto importante: la condivisione. 

 

Nell’amicizia condividi i tuoi pensieri, il tuo sentire, le tue emozioni e le tue esperienze. Come condividere in amicizia attraverso una pratica di meditazione?

 

Meditazione a occhi aperti 

 

Una meditazione semplice, a occhi aperti, è quella che puoi fare trovandoti in natura con il tuo amico.

 

  • Cammina al suo fianco e al suo passo.

  • Durante il percorso non parlare delle tue vicissitudini o del tuo sentire e lui farà lo stesso con te. 

  • Resta in silenzio e in osservazione di quello che c’è attorno a te, sentendo la presenza del tuo amico al tuo fianco. 

  • Porta l’attenzione al tuo cuore, a quello che senti che vi lega e alla bellezza di quel momento che stai vivendo con lui nel silenzio. 

 

Meditazione a occhi chiusi 

 

Un’altra meravigliosa meditazione puoi farla trovandoti a occhi chiusi con il tuo amico, sotto l’ombra di un maestoso albero. 

 

  • Siedi di fronte a lui, a terra con le gambe incrociate.  

  • Guardarlo negli occhi per qualche minuto restando in silenzio e lui farà lo stesso con te.  

  • Chiudi gli occhi portando l’attenzione al tuo cuore e respira con il naso per qualche minuto.  

  • Apri gli occhi e lascia che sia il tuo cuore a parlare, lascia che tutto quello che vuoi condividere emerga totalmente da lì.

 

Queste semplici meditazioni ti permettono di capire due cose importanti dell’amicizia. 

 

La prima è che a volte non serve parlare per poter condividere. 

 

La seconda è che a volte si disperde molta energia parlando di cose futili. Invece, restando prima in silenzio, puoi creare una connessione profonda con il tuo amico e portare l’attenzione al cuore. Emergeranno solo le cose più vere che vuoi condividere. 

 

L’amicizia è aiutarsi 

 

L’amicizia ha una dote: l’arte dell’ascolto. 

 

Viene spontaneo essere utile a un amico e cercare di aiutarlo nei momenti di bisogno. 

 

Attraverso l’ascolto comprendi le sue sensazioni, le sue emozioni e i suoi eventuali disagi. 

 

Inoltre, potresti sentire anche quello che non dice con le parole, grazie al tuo completo ascolto nel cuore. 

 

Questa qualità è più correttamente chiamata empatia, dal greco en-pathos ossia sentire dentro. Con l’empatia riesci a cogliere in modo immediato le emozioni di chi ti sta di fronte o la situazione che sta vivendo. 

 

Grazie a questa sensibilità puoi comprendere in profondità il tuo amico, fino a sentire anche quello che non dice o non riesce a condividere con te. 

 

Può capitare di vivere un disagio forte, che si fa fatica ad ammettere a se stessi e che non si ha il coraggio di condividere, per paura di essere giudicati. Il tuo compito, nell’amicizia, è quello di mettere sempre a suo agio la persona e di cercare di essere sempre compassionevole e di comprenderla. D’altronde, può accadere a chiunque di vivere una situazione analoga, anche a te.

 

Come puoi aiutare nell’amicizia attraverso la meditazione? Come puoi aiutare un tuo amico ad affrontare un momento di disagio, meditando? 

 

  • Invita il tuo amico a sedersi su una sedia con i piedi appoggiati per terra e con la schiena dritta.   

  • Chiedigli di chiudere gli occhi e di portare i palmi delle mani incrociati sopra il cuore.   

  • Fallo respirare, per due minuti, totalmente con il naso, seguendo il suo ritmo naturale. 

  • Invitalo a portare l’attenzione al centro del suo petto e a trovare dentro di lui un punto di quiete, sempre aiutandosi con il respiro. 

 

L’amicizia è comprensione 

 

A volte nella relazione di amicizia possono accadere delle incomprensioni. 

 

Come ho anticipato all’inizio, l’amicizia è un’ottima opportunità per conoscere molti aspetti di te e per evolvere, proprio grazie ai dialoghi e alle situazioni che ti ritroverai a vivere all’interno di questa relazione. 

 

Questo è un "mantra" che dovrai sempre ricordare, in tutte le amicizie che stai vivendo e che vivrai nel cammino di questa tua vita. 

 

Non sempre però questi aspetti emergono in modo "dolce", può accadere nell’amicizia di litigare o di arrabbiarsi. In questo caso quello che ti invito a fare è di prenderti un momento per te e cercare di osservare al tuo interno che cosa ti ha mandato in reazione. 

 

Dovrai chiederti: che cosa, in realtà , è andato a toccare dentro di te il tuo amico, dicendo quella cosa o svolgendo quell’azione? Che cosa ha realmente fatto sì che si accendesse in te quella miccia esplosiva? 

 

  • Quando avrai trovato la tua risposta, chiudi gli occhi e respira con il naso. 

  • Osserva il tuo corpo a occhi chiusi, esternamente e internamente, dalla testa alla punta dei piedi. 

  • Osserva dove il tuo corpo ti manda un segnale o un fastidio. 

  • Quando lo avrai trovato, porta la tua mano destra sopra quel punto e respiraci sopra. Sentirai che piano piano quel fastidio sparirà. 

  • Osserva sempre se il fastidio si è spostato in un altro punto del tuo corpo ed eventualmente ripeti la meditazione fino a quando ne senti bisogno. 

 

Che cosa fare se accade un disconoscimento nella tua relazione di amicizia?

 

Nell’amicizia può accadere un disconoscimento: con una persona con cui c’è sempre stata una sintonia, a un certo punto, ti accorgi che quell’intesa di un tempo, non c’è più. 

 

Che cosa è accaduto? 

 

Le persone che incontri durante la vita hanno tutte dei "compiti" importanti da svolgere, mirati a farti comprendere come sei. Se sarai capace di accogliere e integrare gli insegnamenti che ti arrivano, evolverai. 

 

Le persone non sono destinate a restare per sempre, poiché hanno una sorta di "funzione" per la nostra crescita personale, la scelta è sempre e solo tua. 

 

Essere capace di lasciare andare con amore quello che comprendi aver terminato la sua "funzione", è un grande passaggio evolutivo. 

 

All’interno dell’amicizia, ogni anima è nel suo percorso evolutivo, c’è chi comprende prima degli aspetti di sé importanti per crescere, e chi dopo. Ogni persona ha i propri tempi per comprendere gli insegnamenti a lei riservati. 

 

Quegli aspetti che riconosci nell’altro, ma che non riconosci più in te, nel passato in qualche modo ti sono appartenuti, hanno fatto parte anche di te. Infatti, è grazie a questi aspetti, che per un certo tempo si è creata l’intesa e l’amicizia.

 

Questa è la chiave da integrare nel cuore per lasciare andare con amore. 

 

Se riconosci che nell’amicizia stai vivendo un disconoscimento, ti invito a trasmutare la situazione e le conseguenti emozioni con la meditazione. La prima cosa che ti consiglio di fare è di prendere un distacco da quella persona.Con il distacco la meditazione ti permetterà di entrare nel tuo cuore, di calmarti e di osservare le tue emozioni più profonde.

 

Meditazione per lasciare andare le emozioni 

 

  • Trova un momento che per te sia tranquillo, chiudi gli occhi e fai tre bei respiri profondi.  

  • Continuando a respirare con il naso, trova un punto di quiete all’interno di te.   Quando lo avrai trovato, focalizzati nel tuo cuore, riconoscendo tutte le emozioni che senti, identificandole con il loro nome.

  • Visualizza queste emozioni come un flusso pesante che da dentro di te esce dalle tue narici. A ogni respiro sentirai sempre più leggerezza rispetto a quelle emozioni pesanti. 

 

Questa meditazione deve essere fatta tutti i giorni, fino a quando non sentirai di aver lasciato andare completamente tutte le tue emozioni di sofferenza rispetto a quella situazione. 

 

Conclusione

 

Chi trova un amico trova un tesoro.

Reputo questa affermazione molto vera e profonda. Un amico è veramente un tesoro.

 

Senza di lui non avresti la possibilità di essere migliore, non potresti conoscere tante parti di te e non potresti portarle in guarigione. Senza di lui non potresti nutrire i tuoi valori. 

 

Vivere l’amicizia ti aiuta ad aprire il cuore: rendendoti utile all’altro, ascoltandolo, comprendendolo e amandolo così com’è.

 

Ricorda di provare sempre gratitudine verso tutte le persone che incontri e incontrerai nel tuo cammino di vita. 

 

Impegnati a sentire sempre gratitudine per chiunque hai incontrato e ti ha insegnato qualcosa, anche se a volte può averti creato sofferenza, poiché se oggi sei migliore di ieri, è anche grazie a quella persona! 

 

All’interno della relazione di amicizia cerca di osservare sempre dove c’è l’insegnamento a te riservato, soprattutto quando senti nascere in te un’emozione che ti colpisce. 

 

Vivi ogni incontro come un’esperienza sacra: rispetta, sii vero, sii d’aiuto all’altro e porta sempre l’attenzione a quello che senti dentro di te, nel tuo cuore. 

 

Approfondisci l'argomento partecipando al mio percorso per la Crescita Personale! Per info e dettagli, clicca qui: 

 

 

 

Chiara Rech - Guida Emozionale & Meditazioni

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder